X

E-Mail: simet@simet-torino.it • Phone: +39 011 4531138 • Fax: +39 011 455 84 34

Rolls Royce Silver Shadow Estate Wagon

Vota l'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Eleganti, prestanti e raffinate: ecco come si presentano le automobili prodotte dalla Rolls Royce, storica casa automobilistica britannica, che hanno accompagnato nei loro viaggi personaggi illustri e Reali e continuano a farlo ancora ora, sebbene dal 1998 la casa sia stata definitivamente acquisita dalla BMW.

Nata dal connubio della passione per le auto di Henry Royce, distributore di materiale elettrico che aveva già creato una sua vettura nel 1904 (la “Royce”), con l’apporto delle competenze in ambito commerciale di Steward Rolls, la casa inglese porta con sé sin dalla sua nascita, nel 1906, un’aura di mistero che ha contribuito ad accrescerne il fascino.         Il primo mistero da svelare è chi rappresenti la statuetta placcata in argento che si trova sui radiatori di tutte le Rolls Royce, creata appositamente da Charles Skyes nel 1911 con il nome di “Spirit of Ecstasy”. In origine era chiamata Spirit of Speed e poi familiarmente diventata “Silver Lady”.

Rolls Royce Silver Shadow Estate Wagon sverniciatura scocche auto restauro sverniciatura scocche auto restauro auto restauro

La bella fanciulla parrebbe essere Eleonore Velasco Tornton, amante del secondo Barone Montagu di Beaulieu, appassionato estimatore della casa inglese e sulla cui vettura comparve per la prima volta questa statuina.

Insieme al logo con la doppia R, che riprende le iniziali dei cognomi dei due fondatori della casa, diventerà emblema della Rolls Royce. Il logo però non è sempre stato nero: era rosso inizialmente, ma in seguito alla morte dell’amico Steward Rolls avvenuto in un incidente aereo nel 1910, Henry Royce - in segno di lutto - farà tingere di nero le due R.

Sin da quando venne presentata per la prima volta a Parigi nel 1965 la Rolls Royce Silver Shadow non ha lasciato indifferente il pubblico di appassionati e curiosi accorsi per vederla e li ha incantati con l’eleganza delle sue forme e le sue prestazioni di classe.

Rolls Royce Silver Shadow Estate Wagon sverniciatura scocche auto restauro sverniciatura scocche auto restauro auto restauro Per questo modello infatti erano state scelte linee più moderne e proprio su questa vettura debuttarono le sospensioni idropneumatiche. L’intuizione fu della Citroën (erano gli anni in cui si stava progettando anche la DS19) e la Rolls Royce acquistò dalla casa francese le licenze di alcuni brevetti per sviluppare sospensioni analoghe alle sue, impareggiabili per comfort e in grado di mantenere costanti l’assetto e l’altezza della vettura da terra, senza che quest’ultima potesse essere influenzata dal fondo stradale o dal carico presente a bordo. Tali sospensioni vennero utilizzate fino al modello successivo, la Silver Spirit I del 1980.

Riprendendo la parte anteriore ed il corpo della berlina che aveva avuto grande successo venne allungata ed ampliata la parte posteriore per realizzarne una versione wagon, consentendo il carico di un maggior numero di bagagli senza sacrificare il comfort interno. La casa inglese non ha mai smentito la sua unicità e la sua capacità di soddisfare ogni esigenza del cliente, anche nella sua versione familiare.

Quest’ultima è dotata di un motore V8 a 90 °, ha una cilindrata di 6230 cc ed è alimentata da un doppio carburatore SU in grado di raggiungere 172 cavalli di potenza. Telaio monoscocca, freni a disco e cambio automatico a quattro rapporti per le versioni con guida a destra e a tre per quelle con guida a sinistra (GM 400) completano il quadro. Dal 1969 in poi, conseguentemente ad un aumento di cilindrata, tutte le vetture della casa adotteranno il cambio automatico GM 400 a tre rapporti.

Rolls Royce Silver Shadow Estate Wagon sverniciatura scocche auto restauro auto restauro auto epoca

Questa vettura conquistò davvero tutti, tanto che la Krug, importante casa produttrice di champagne, ne commissionò la costruzione di una versione speciale per celebrare il marchio.

Rolls-Royce-Krug-Silver-Shadow Estate-Wagon3Fu così che nacque la Rolls-Royce Silver Shadow II Krug Champagne panel van. Partendo da una Silver Shadow del 1979 venne realizzata una carrozzeria che combinava i tratti sia della station wagon sia del furgoncino, nei colori caratteristici dell’azienda: burgundy e panna.

Nata come auto “di rappresentanza” in esposizioni ed eventi venne impiegata anche per consegne speciali: grazie all’assenza dei sedili posteriori poteva ospitare due frigoriferi contenenti fino a sedici bottiglie, bicchieri, secchielli per il ghiaccio e tutto il necessario per un’occasione esclusiva. Ora questa automobile unica, esempio di lusso e singolarità, riacquisita dalla Krug, verrà esposta nel museo dell’azienda presso la sede storica di Reims.

Anche dopo essere andata fuori produzione intorno alla fine degli anni ’70 gli appassionati non hanno mai smesso di amare questa vettura e il suo valore resta ancora altissimo. Ora non resta che far tornare a battere anche il cuore di quest’automobile, che ha saputo regalare grandi emozioni, effettuando una pulizia completa delle scocche e offrendole il trattamento che merita. Noi di Simet lavoriamo quotidianamente da anni, con professionalità e passione, per far sì che le grandi automobili che hanno segnato un’epoca ritrovino l’antico splendore e garantiremo anche alla tua un trattamento speciale.

Rolls Royce Silver Shadow Estate Wagon sverniciatura scocche auto restauro sverniciatura scocche auto restauro auto restauro auto epoca

 

Alcuni si limitano a pulire l’apparenza, noi siamo in grado di pulire l’anima.

Contattaci e raccontaci la tua storia: insieme realizzeremo un piano personalizzato, cucito sulle tue esigenze.